IT062: Le 4 categorie di italopitechi della finanza

In questa puntata con Stefano Bassi cerchiamo di capire perché la quasi totalità delle persone che lavorano sui mercati o si occupano di economia hanno perso l’opportunità offerta dal bitcoin e in genere dal mondo delle cryptovalute, rimanendo al palo, poco informati, male informati e nel peggiore dei casi divulgando intorno al tema pessima informazione.

L’ospite della puntata

Stefano Bassi, Blogger (il Grande Bluff) e Giornalista Economico-Finanziario. Analista e Trader finanziario con 17 anni di esperienza. Laurea in Scienze della Comunicazione (indirizzo socio-economico).  Stefano è presente anche con articoli sui giornali, interviste in radio e tv, ma rifugge il più possibile dai mass media perché al 95% “si perde solo tempo”. La sua mission è: NON solo analisi virtuali ma approccio pragmatico con iniziative concrete di “gruppo” in giro per il mondo.

Link e risorse

Ve lo do io lo schema di Ponzi su Bitcoin, (Video Sbrocco n.3, link youtube), di Stefano Bassi

Mondo Bitcoin = Distruptive Innovation = in estinzione bloggerpitechi, traderpitechi, gurupitechi etc, di Stefano Bassi pubblicato sul Grande Bluff il 29 agosto 2017

Fogliame, Foresta, Bolle e Scienza (Economica e non), di Francesco Carbone pubblicato su USEMLAB il 21/5/2010

Il Bitcoin, la catena di Sant’Antonio che arricchisce chi se la inventa, di Beppe Scienza, pubblicato il 21/8/2017 sul sito Il Risparmio Tradito.

Boeri finalmente ammette che l’INPS è “Schema Ponzi” e che non avrete le pensioni (o quasi…), di Stefano Bassi pubblicato su il Grande Bluff il 2/12/2015

Pensionamento: scampare alla frode ed affrontare la realtà, di Francesco Simoncelli pubblicato sul suo blog il 1/9/2017

 

La tua condivisione ci è preziosa!

2 comments on “IT062: Le 4 categorie di italopitechi della finanza

  1. Alberto Balatti ha detto:

    Francesco condivido molto i tuoi ultimi consigli, vedo euforia come prima dello scoppio della bolla del mercato immobiliare americano con appartamenti sulla carta che passavano di proprietà 4 volte prima che fossero finiti e persone che investono nelle crypto con la stessa conoscenza che hanno dei bulbi di tulipano …
    Oggi per parafrasare il contenuto della puntata direi di stare attenti ai CRYPTOPITECHI, speculazione a parte di smart contract non se ne vede l’ombra se paragoniamo costi e velocità delle tecnologie oggi già esistenti rispetto a quello che la blockchain ad oggi può fare, a parte i servizi basici di date stamping e notarization

  2. Roberto Lantero ha detto:

    Ottima puntata, come sempre. Complimenti a tutti e due!!!

    Permettetemi una chiosa, da ignorante: una delle obiezioni che sento fare al bitcoin (e alle altre criptovalute in genere) è che attualmente viene scambiato/tradato, ma non usato come mezzo di pagamento.

    Mi sembra però che, almeno in Giappone, questo non sia vero; inoltre, ho letto che qualche cantone svizzero sta pensando ad una forma di sperimentazione in questo senso.

    Potete confermare ed, eventualmente, aggiungere qualche altro esempio di cui non sono a conoscenza?

    Grazie mille in anticipo!

    Roberto

Comments are closed.