IT058: I 4 pilastri per essere uomini, i 4 per una vera educazione e la regola dell’80/20

In questa puntata a monologo voglio condividere delle riflessioni che ho maturato grazie all’ascolto di uno splendido podcast, consigliatomi di recente, che mi stanno aiutando a rifocalizzare la mia vita, nonché gli obiettivi e i futuri contenuti di questo podcast. Vedremo quindi quali sono i 4 pilastri sui quali costruire una vita di significato, i 4 essenziali per una vera educazione di base, e la regola dell’80/20, una distribuzione che si ritrova in tanti settori, in tanti campi, anche nella distribuzione di ricchezza. Se volete fare parte di quel 20% che gode dell’80% della ricchezza di una società e se volete trovare e dare un significato più profondo alla vostra vita, è necessario, imprescindibile che rafforziate ciascuno di quei pilastri.

Risorse e link

Order of Man, Podcast condotto da Ryan Michler.

Puntata 122 di Order of Man, A view from the top con Aaron Walker.

Puntata del 16 giugno 2017 di Order of Man, 4 Domains of Manliness.

Puntata 952 del Tom Woods Show, Pope Francis, the Political Pope con George Neumayer.

Captain Fantastic film di Matt Ross, scheda su IMDB

Pareto Principle, la regola dell’80/20, Wikipedia

 

La tua condivisione ci è preziosa!

6 comments on “IT058: I 4 pilastri per essere uomini, i 4 per una vera educazione e la regola dell’80/20

  1. Buongiorno, sono felice di sentirla interessato/attirato alla meditazione. Le consiglio di iniziare a leggere il seguente libro: l’eterna ricerca dell’uomo edizioni astrolabio. L’autore è Paramahansa Yogananda, considerato da molti come il Padre dello yoga in occidente. saluti

    1. Francesco ha detto:

      Grazie Giuseppe. Lo aggiungero al prossimo acquisto di libri che farò. Se conosci qualche esperto che ha voglia di parlarne in una puntata sono qua.

  2. Il mio consiglio è quello di leggere prima il libro, in modo che tu possa capire fino in fondo l’oggetto e la portata delle informazioni contenute. Tanto per capirci, a mio modesto parere, stiamo parlando del pilastro principale che sostiene i 4 pilastri citati nel podcast 🙂 . Saluti e buone cose

  3. Cristian Pontisso ha detto:

    Causa vacanze puntata ascoltata colpevolmente in ritardo ma piena zeppa di spunti per cui l’ho riascoltata già tre volte in due giorni…spero non ti stancherai di condividere le tue esperienze perchè ammiro molto il tuo modo di pensare,complimenti!

  4. Alessandro Ciuti ha detto:

    Caro Francesco,ho riascoltato il podcast un paio di volte e devo dire che di aver trovato dei contenuti di grande intelligenza e ispirazione.
    Mi ritrovo abbastanza nelle caratteristiche che tratteggi. Pur non avendole mai analizzate in modo così schematico, la mia esperienza di vita mi ha insegnato, fra alti e bassi, che se si vuole fare un percorso di crescita e autoformazione non si può prescindere dal porsi questioni del genere.
    La considerazione che vorrei fare è questa: per lavorare su se stessi bisogna fare un grandissimo sforzo di volontà e un serio bagno di umiltà. Per cominciare.
    Dopo di che, una volta iniziato il percorso, bisogna lasciare l’Italia: cosa che io considero non un quinto pilastro ma forse potremmo dire un 4+1…..
    Io sono espatriato da tre anni ormai, continuo ad avere forti legami personali (ma MAI più lavorativi) che mi riportano in Italia, ma non c’è dubbio come tutto in cialtronia sia castrante.
    E’ castrante la situazione economica, sociale, politica, culturale. Tutto si svolge in una ruota ossessiva disarmante perchè orribile e demeziale al tempo stesso.
    Più mi abituo a vedere le cose dall’esterno e più mi rendo conto dell’inutilità di ogni qualsivoglia speranza di redenzione.
    Quindi, a maggior ragione, lavorare su se stessi, imparare a selezionare chi abbia davvero qualcosa da offrire di utile per la propria crescita, personale e di business, è l’unica via d’uscita che una persona onesta e di buon senso può immaginare.
    La soluzione è individuale ma siamo animali sociali, grazie a Dio, e quindi sta a noi saper scegliere di chi circondarci e dove e per fare cosa.
    Ma cialtronia è un veleno da cui bisogna disintossicarsi: non è facile, perchè, anche conoscendo altri italiani espatriati, vedo come siano spesso portatori di quel maledetto virus fasciocomunista, tipico italiota, che non riesco più a sopportare e che mi provoca un rigurgito continuo.
    Il contesto in cui individualmente decidiamo di agire è parte fondamentale di ogni progetto.
    E’ dunque necessario mettere molte miglia fisiche fra se e l’inferno fiscale e intellettuale italiano, per sviluppare i giusti anticorpi, senza i quali ogni altra considerazione e spinta personale non può che rimanere frustrata.
    Un saluto.

  5. simone amari ha detto:

    Puntata di grande respiro e con contenuti trasversali. Se mi posso permettere di segnalare un libro, riletto a più riprese, che riprende alcuni passaggi della puntata, a dispetto del titolo, è sicuramente “Le 7 Regole per Avere Successo” di Stephen Covey. Complimenti ancora per il tuo lavoro di divulgazione!

Comments are closed.